martedì 7 febbraio 2017

Rimodulare piano tariffario parcheggio di Via Morelli

COMUNICATO STAMPA 


“Riformulare la delibera di Giunta del 2010 e rimodulare il piano tariffario previsto per il parcheggio di Via Morelli, in modo tale da avere delle tariffe più eque ed in linea con le politiche messe in atto da questa Amministrazione per una mobilità sostenibile, anche dal punto di vista economico dei cittadini”. A proporlo nel corso della riunione congiunta delle Commissioni Patrimonio e Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità, è David Lebro, Presidente del gruppo “La Città” al Consiglio comunale e Vice Sindaco della Città Metropolitana di Napoli

“Le tariffe previste da una vecchia delibera del 2010 -puntualizza Lebro- devono assolutamente essere riviste e riaggiornate perché non è possibile che un cittadino per sostare qualche ora nel parcheggio Morelli deve pagare 4 euro all’ora. Tutto ciò, infatti, si pone in netto contrasto con la fruizione del lungomare da parte delle famiglie, perché se spostarsi in quella zona per una passeggiata domenicale significa affrontare costi così alti le stesse non saranno incentivate ad andarci”. 

“Non c’è tempo da perdere -conclude Lebro- e bisogna assolutamente agire in fretta per garantire tariffe più eque e, soprattutto, a misura delle tasche di tutti i cittadini”. 


Ufficio stampa

martedì 27 dicembre 2016

MetroNapoliTV Intervista a David Lebro Vice Sindaco della Città Metropolitana

"Chiameremo i sindaci e tutte le forze sociali a collaborare per la definizione di un piano strategico condiviso che consenta il rilancio del territorio". La mia intervista a MetroNapoliTv.


mercoledì 21 dicembre 2016

Scambio di immobili, firmata intesa tra la Città Metropolitana di Napoli e l’Agenzia del Demanio


Nella Sala “Mariella Cirillo” di palazzo Matteotti il Consigliere Metropolitano David Lebro e il Direttore Regionale dell’Agenzia del Demanio, Dario Di Girolamo, hanno sottoscritto una #DichiarazioneComunediIntenti che porterà allo #scambio di beni immobili tra i due Enti con l’obiettivo di ottimizzare la gestione dei rispettivi patrimoni e di ridurre la spesa pubblica attraverso l’eliminazione di fitti passivi a privati.

Tra i beni interessati #VillaTropeano a Ponticelli e #VillaAraneo a Posillipo, che si candidano a diventare sedi della #PoliziadiStato e della #GuardiadiFinanza


video

Città Metropolitana: firmata intesa con Agenzia del Demanio su Beni Immobili

(OMNINAPOLI) Napoli, 21 DIC - Trasferire la proprietà di edifici pubblici dall’Agenzia del Demanio alla Città Metropolitana e viceversa al fine di utilizzare al meglio il patrimonio immobiliare, eliminare i fitti passivi nei confronti dei privati e conseguire un risparmio complessivo per la spesa pubblica. Cedendo al Demanio, ad esempio, da parte della Città Metropolitana Villa Araneo a Posillipo e Villa Tropeano a Ponticelli - che presentano caratteristiche adatte ad accogliere sedi della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato attualmente allocate in edifici per i quali vengono corrisposti canoni di fitti passivi a privati – ottenendo in cambio la proprietà di edifici dello Stato in cui ospitare istituti scolastici cui l’ente di piazza Matteotti è tenuto a garantire spazi adeguati. Il tutto, quindi, in un sistema di permute tra edifici in regime di reciprocità del valore dei beni.

È questo l’obiettivo della Dichiarazione Comune di Intenti sottoscritta stamani, nella Sala “Mariella Cirillo” di palazzo Matteotti, dalla Città Metropolitana di Napoli, rappresentata dal Consigliere David Lebro, e l’Agenzia del Demanio – Direzione Regionale della Campania presente con il suo Direttore Regionale, Dario Di Girolamo, a suggello di una durevole attività di collaborazione e cooperazione tesa ad inquadrare in una cornice istituzionale le attività di valorizzazione dei rispettivi patrimoni immobiliari.

Le operazioni al vaglio delle due amministrazioni potranno riguardare anche altri immobili, oltre a quelli citati, e daranno luogo ad un duplice beneficio: da un lato saranno ottimizzati i rispettivi portafogli immobiliari mediante la dismissione di beni non direttamente strumentali alle funzioni degli enti attualmente proprietari, dall'altro si otterrà una consistente riduzione della spesa pubblica complessiva attraverso l’eliminazione di fitti passivi. Si stima, infatti, che solo con i trasferimenti finora individuati si genererebbe non soltanto un considerevole incremento dei livelli di presidio e sicurezza del territorio, ma si consentirebbe un risparmio complessivo per le casse dei due enti di 1,3 milioni di euro all’anno.

Si tratta – ha affermato il Consigliere Lebro, già delegato al Patrimonio della Città Metropolitana - di una modalità nuova, moderna, intelligente di gestione degli immobili pubblici, volta alla razionalizzazione del patrimonio di ciascun Ente per garantire migliori servizi ai cittadini. Scambiarsi beni per garantire alle Forze dell’Ordine, alle scuole, agli altri organi erogatori di utilities alle comunità sedi adeguate e funzionali ottenendo risparmi di spesa è un obiettivo che come Città Metropolitana ci siamo dati e che intendiamo raggiungere”.



mercoledì 30 novembre 2016

Welfare: Capigruppo Maggioranza, Opposizioni sull’Aventino, no a strumentalizzazioni

COMUNICATO STAMPA 


“Oggi in Aula, mentre l’Assessore Roberta Gaeta esponeva dettagliatamente la sua relazione sul Welfare Municipale, descrivendo puntualmente tutte le attività che l’Amministrazione ha messo e sta mettendo in campo per assicurare i servizi essenziali, abbiamo assistito all’ennesimo teatrino delle Opposizioni che si sono ritirate in massa sull’Aventino, rifiutandosi di continuare a partecipare ai lavori del Consiglio”.

Ad affermarlo, a margine della seduta consiliare in corso a via Verdi, tutti i Presidenti dei Gruppi Consiliari di Maggioranza del Comune di Napoli: David Lebro “La Città”, Gabriele Mundo “De Magistris Sindaco”, Rosario Andreozzi “DEMA”, Mario Coppeto “Napoli in Comune a Sinistra”  e Stefano Buono “Verdi Sfasteriati”.

“Nonostante i mancati trasferimenti da parte della Regione e del Governo -spiegano i Capigruppo- e gli sforzi che il Comune sta facendo per tutelare i diritti dei cittadini più fragili, le Opposizioni, dopo una pausa del Consiglio finalizzata ad un incontro con una delegazione di lavoratori precari BROS e per cercare di trovare dei margini di dialogo con le altre forze politiche, hanno deciso pretestuosamente di sottrarsi agli impegni per cui sono stati eletti, rifugiandosi in incomprensibili motivazioni di principio, che poco si sposano con la delicatezza del tema sul quale eravamo chiamati a confrontarci”. 

“L’auspicio -concludono- è che le Opposizioni facciano una riflessione più approfondita sul ruolo che sono chiamate a svolgere in Aula e non perdano di vista la necessaria dialettica istituzionale, che pur rappresenta il sale della democrazia”

Ufficio Stampa



venerdì 25 novembre 2016

Devolvere gettone in favore del tassista a cui hanno incendiato l’auto al San Paolo

COMUNICATO STAMPA 

“Devolvere un gettone di presenza delle prossime sedute di Consiglio al tassista a cui la sera della partita Napoli-Dinamo Kiev hanno incendiato l’auto davanti allo stadio San Paolo”. A proporlo nel corso della Commissione Mobilità è David Lebro, Presidente del gruppo “La Città” al Consiglio comunale e Consigliere della Città Metropolitana di Napoli

“Emilio Caropresto, a cui va la mia più totale vicinanza -spiega Lebro-, come ogni giorno stava semplicemente lavorando quando si è visto catapultare in macchina un grosso petardo. Il tassista e i clienti a bordo sono riusciti a salvarsi per miracolo solo grazie alla loro prontezza di riflessi mentre l’auto veniva completamente avvolta dalle fiamme. Un fatto inquietante che sarebbe potuto trasformarsi in una vera tragedia”. 

“Ho chiesto al sindaco de Magistris - conclude Lebro- di incontrare il signor Emilio per esprimere la solidarietà da parte del Consiglio e dell’intera Amministrazione comunale, sperando che simili episodi non si ripetano più”.


Ufficio stampa

mercoledì 26 ottobre 2016

Patto per Napoli: periferie e territorio della provincia al centro del rilancio

COMUNICATO STAMPA 


“La firma del Patto per Napoli, che porterà in Comune e in Città Metropolitana ingenti risorse destinate a progetti importanti ed immediatamente cantierabili, rappresenta un passaggio determinate per iniziare, dopo tante difficoltà, una nuova fase di crescita e rilancio economico non solo del centro ma, soprattutto, delle periferie”. Ad affermarlo è David Lebro, Presidente de gruppo “La Città” al Consiglio comunale e Consigliere della Città Metropolitana di Napoli, presente all’incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi e il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, stamane in Prefettura, per la firma del Patto per Napoli. 

“E’ evidente -continua Lebro- che 308 milioni di euro da investire subito in riqualificazione delle periferie, in primis Scampia e Napoli Est, trasporti e mobilità, messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici, sviluppo e valorizzazione del territorio sono un’ottima boccata d’ossigeno per entrambi gli Enti, sempre alle prese con le ormai note difficoltà finanziarie. Parliamo di risorse stanziate per progetti concreti e condivisi, grazie ad un lavoro sinergico del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio de Vincenti e dei vertici di Palazzo san Giacomo, mirati a migliorare, nei fatti, la vita quotidiana dei cittadini”.

“Sono sicuro -conclude Lebro- che, al netto della legittima dialettica politica tra il sindaco e il Presidente del Consiglio, il clima collaborativo tra Governo e Comune, che ha portato alla firma del patto di oggi, sia foriero di una ritrovata intesa istituzionale e solo l’inizio di un percorso che possa vedere Napoli e la sua area metropolitana finalmente al centro dell’agenda di Governo”.

Ufficio stampa

giovedì 20 ottobre 2016

Welfare: Capigruppo Maggioranza al Comune chiedono incontro urgente all’Assessore Fortini

COMUNICATO STAMPA 

Un incontro urgente con l’Assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania, Lucia Fortini per fare chiarezza sull’entità delle risorse destinate alla programmazione ed attuazione del Piano Sociale di Zona nonché sui tempi di trasferimento dei fondi assegnati” è quanto hanno chiesto, in una nota inviata all’Assessore, tutti i Presidenti dei Gruppi Consiliari di Maggioranza del Comune di Napoli: Gabriele Mundo “De Magistris Sindaco”, Rosario Andreozzi “DEMA”, Mario Coppeto “Napoli in Comune a Sinistra”, David Lebro “La Città”, Stefano Buono “Verdi Sfasteriati”.
“In questi giorni -spiegano i Capigruppo- molto si è scritto e si continua a scrivere sul tema del Welfare nella nostra città, sulla progressiva riduzione delle risorse sul piano nazionale, sulle perduranti criticità nel trasferimento delle stesse, sulle nuove regole di contabilità per gli Enti Locali, ma, soprattutto, sulle ricadute, spesso drammatiche, di tutto ciò sul piano sociale. Come sempre in tempi di crisi, emergono vecchie e nuove criticità, ma, in uno spirito di condivisione e collaborazione istituzionale, è opportuno richiamare l’attenzione sui provvedimenti varati in queste settimane - sia dall'Amministrazione Comunale che dalla Giunta Regionale - per garantire la continuità dei servizi essenziali di assistenza. Da parte sua, la Regione Campania, per recuperare i ritardi dei trasferimenti pregressi e determinare l’allineamento gestionale economico - contabile, avrebbe già trasferito il Fondo Sociale Regionale 2016 agli Ambiti territoriali. Allo stesso tempo, l'Amministrazione Comunale di Napoli, non si è mai arresa alla prospettiva di non poter assicurare - per carenza di risorse - i servizi indispensabili ed ha approvato una delibera di variazione al bilancio d’esercizio 2016-2018”.

“A questo punto è necessaria una interlocuzione costruttiva e serrata tra i due Enti e l’auspicio -concludono- è che l’incontro con l’Assessore Fortini, a cui si è chiesta la partecipazione anche dei Gruppi Consiliari di opposizione, potrà contribuire a superare le attuali criticità rilevate, sempre al fine di tutelare i diritti dei cittadini più fragili ed in difficoltà”.


Ufficio stampa